IL PROSSIMO AVVERSARIO DI DOMANI: ARRIVA A TERRASINI LA MESSINESE NIGITHOR

IL PROSSIMO AVVERSARIO DI DOMANI: ARRIVA A TERRASINI LA MESSINESE NIGITHOR

marzo 19, 2021 0 Di volleyterrasini

 

C’è un’altra tappa insidiosa per il Volley Terrasini lungo il percorso del torneo nazionale di B2 femminile.
Nella nona e ultima giornata della prima fase la società terrasinese, presieduta da Tony Mancino, attende
(sabato alle 17,30 al Geodetico) il Nigithor di S.Stefano di Camastra, terza forza del campionato con 10 punti all’attivo, frutto di 4 vittorie (in casa e fuori casa con Caltanissetta e fuori con Comiso e Palermo) e
4 sconfitte (due volte con Marsala, con Terrasini e Palermo in casa).

Nel confronto d’andata il Terrasini s’impose 3 a 0 al Palaceramiche seppur soffrendo in alcune fasi della partita. Sabato si ritroverà,comunque,di fronte ad una formazione pronta a lottare spinta da voglia di riscatto dopo l’inopinato passo falso interno (sconfitta per 3 a 1) contro il Progetto Volley.
Dal canto suo, la formazione terrasinese ha già archiviato il convincente successo contro l’Albaverde Caltanissetta e sta preparando con grande scrupolosità il prossimo incontro contro le nero-arancio del Nigithor, allenate dal palermitano Adornetto, che schiereranno elementi di valore ed esperienza come il libero Lo Iacono, le attaccanti Scirè e Pagano mentre non dovrebbe essere della partita la centrale Pirrone (infortunio muscolare) e in palleggio dovrebbe rientrare la titolare Loria che contro il Progetto Volley era stata sostituita dalla Kalcheva.


Frattanto, nelle sessioni d’allenamento settimanali continua incessante il lavoro tecnico-tattico e fisico del Terrasini che come collettivo appare formazione in costante crescita: il tecnico D’Accardi ha saputo ben amalgamare le caratteristiche individuali (atletiche, tecniche,caratteriali,esperenziali) posizionando sulla propria scacchiera gli elementi a sua disposizione.

Con l’applicazione nei giusti tempi della propria metodica di lavoro, D’Accardi ha realizzato un unico organismo il cui assemblaggio, in continuo perfezionamento,
rappresenta già di per sé nell’attuale torneo di B2 una dote in più che finora ha permesso al Terrasini di poter fare la differenza con le altre formazioni del campionato.
E in effetti mentre le altre squadre del sottogirone zonale N2 hanno mostrato un rendimento altalenante, insufficiente o addirittura deludente, la squadra gialloblù di Terrasini è stata la più regolare del torneo e ne sono prova le prestazioni di livello superiore (non solo sul piano del gioco) tutte vincenti e col massimo scarto. In questa fase agonistica,partita dopo partita, si sono potuti notare vari elementi di crescita: segno che la squadra assimila il lavoro predisposto dal tecnico e procedendo nel proprio percorso di maturazione.


Tutto ha origine in allenamento: a partire dalla disponibilità delle giocatrici la cui consapevolezza di poter raggiungere il primato ha fatto salire i livelli di applicazione e di attenzione nell’esecuzione di ogni gesto motorio e tecnico. Atteggiamenti positivi che riportati in gara hanno già ridotto le percentuali d’errore nei fondamentali. Sentiamo,comunque,le impressioni di alcune giocatrici del Terrasini alla vigilia del match contro il Nigithor S.Stefano.

Valentina Biccheri: “Sara una delle tante battaglie di questa prima fase ; ogni partita va affrontata come una finale. Bisognerà imporre il nostro gioco fin dall’inizio e non regalare punti alle avversarie. La parola chiave deve essere :concentrazione”.

 

Svetla Angelova: “Andiamo ad affrontare una squadra che sicuramente viene da una sconfitta un po’ inaspettata diciamo così e quindi avrà voglia di riscatto. Noi non dobbiamo sottovalutare nessuno ma pensare a giocare per cui l’attenzione deve essere al massimo. E bisogna affrontare la partita come abbiamo affrontato tutte le altre e cioè con la massima concentrazione con la massima determinazione per continuare a portare il risultato a casa e per cogliere l’obiettivo stagionale che ci siamo prefissi, per cui si scende in campo come sempre per combattere un’altra battaglia” .

 


Gabriella Mercanti: “Quella che ci aspetta non sarà di certo una partita semplice: la Nigithor Santo Stefano ha un buon organico e, anche nell’ipotetica classifica avulsa comprendente le squadre dell’altro micro girone N1, troverebbe spazio nelle prime posizioni. Viene, peraltro, da una sconfitta casalinga e sono certa stia preparando la gara contro di noi per lottare al massimo e trovare il riscatto ambito. Allo stesso modo, anche noi, conscie delle qualità avversarie, ci stiamo allenando per dare ancora più risalto ai fondamentali che riteniamo essere i nostri punti di forza e per migliorare sulle criticità che abbiamo riscontrato fino ad oggi. L’eventuale vittoria di questa ulteriore partita ci darebbe la certezza matematica di classificarci al primo posto del girone N2 e non vi è dubbio che lotteremo per questo; inutile negare, però, che il sogno a cui ambiamo è ancora più alto”.

 


Camilla Macedo: “Un altra partita da non sottovalutare,loro sono una bella squadra con degli elementi esperti. Mancano due partite per portare a termine questa prima fase e siamo consapevoli dell’importanza che hanno per non sprecare quello di buono che abbiamo fatto fino ad oggi. Quindi siamo molto determinati per cercare di fare bene.”
Alessia Luraghi: “La partita contro il Santo Stefano sarà da prendere in mano già dalla prima palla. Loro arrivano da una sconfitta e saranno sicuramente agguerrite con voglia di riscatto. Noi dobbiamo cercare di imporre subito il nostro gioco e mantenere alta la concentrazione. È una squadra con la quale non si possono avere cali e regalare palloni, perché hanno modo di poterci mettere in difficoltà. Stiamo lavorando bene negli allenamenti, soprattutto concentrandoci sulle cose più facili, che il più di volte prese con meno “riguardo” si dimostrano essere le più difficili”.